REGOLE DEL POKER
Texas Hold'em Poker
Omaha High Poker
Omaha High-Lo Poker
Seven Stud Poker
Seven Stud High-Lo Poker
POKERROOMS
Everest Poker
Pacific Poker
Party Poker
Titan Poker
STRATEGIA
Il Bluff
Probabilità del piatto
Competenze basilari
Online vs Off-line
Scelta del tavolo
Posizione di Gioco
Hold'em: Giochi d'inganno
Il gioco su più tavoli
Indizi Online
Giochi di Promozione
Interpretare i giocatori
Gestione del denaro
L'Immagine è tutto
Guadagnarsi l'accesso alla WSOP
Migliorare il tuo gioco Sit'n'Go
Indizi dal vivo
Pensieri su come evitare il gioco irrazionale
I tornei differiscono dai giochi in contanti
ACCESSORI
Bottoni Dealer e Blinds
Card Protectors
Timer Tornei Poker
Orologi, Insegne e Altro
TEXAS HOLD'EM
Regole Poker Americano
Preparare un Torneo
LIBRI, FILM, FORUM
Libri sul Poker
Cinema e Poker
Letteratura e Poker
Forum di PokerFiches.com
Versione Inglese

Regole del Omaha High - Lo

L’Omaha Hi Lo è un gioco basato molto sulle carte in comune, cioè quelle scoperte e che tutti i giocatori sfruttano in ugual modo. Nell’Omaha Hi Lo ogni giocatore riceve quattro carte coperte, quindi vengono posizionate 5 carte scoperte al centro del tavolo e come detto ogni giocatore può usare allo stesso modo queste cinque carte “in comune”.

Quando viene giocato al casinò, l’Omaha Hi Lo vede l’utilizzo di un bottone che serve per stabilire chi è il mazziere di quella mano (a meno che il casinò non fornisca un proprio mazziere per il gioco). Il bottone viene passato tra i giocatori in senso orario di mano in mano, è particolarmente importante perché il mazziere (contrassegnato come detto proprio dal bottone) è l’ultimo a giocare e quindi può avere il vantaggio di conoscere le giocate degli avversari.

Regole dell’Omaha Hi Lo – Obiettivo


Avere la mano più alta e la mano più bassa, utilizzando due delle proprie carte coperte e tre delle carte comuni del tavolo. E’ possibile usare carte diverse per creare la combinazione più alta e quella più bassa con le carte che si hanno in mano, l’importante è utilizzare due carte in mano e tre sul tavolo per ognuna delle due combinazioni. Il giocatore con la mano più alta vince metà del piatto, mentre il giocatore con la più bassa vince l’altra metà del piatto. Se non c’è una mano bassa valida, il giocatore con la mano più alta vince l’intero piatto.

Una mano “bassa” è valida quando tutte le cinque carte hanno un valore uguale o minore ad 8, dove l’asso conta come uno. Non può esserci una coppia in una mano bassa, mentre sono ammessi colore e scale. La mano più bassa valida possibile è Asso, due, tre, quattro, cinque. L’ultima mano bassa considerabile valida che non “sfori” nel conteggio della mano più alta è invece 8, 7, 6, 5, 4.

Nota: vincere entrambe le metà del piatto, avendo sia la mano più alta che la più bassa, è detto “scooping the pot”.


Regole dell’Omaha Hi Lo – Puntate obbligatorie

Ante

Abitualmente nei tornei di Omaha Hi Lo è presente l’Ante, una puntata obbligata dove il giocatore deve inserire un “cip” nel piatto, pari solitamente ad 1/10 del limite inferiore di puntata. L’ante non è conteggiato nel proseguo delle puntate del giro.

Blinds (bui)

All’interno di ogni mano ci sono due puntate forzate, chiamate blinds (bui). Esistono il piccolo buio (small blind), pari a metà del limite inferiore di puntata, e il grande buio (big blind), corrispondente al limite inferiore di puntata. Prima che la mano inizi, il giocatore a sinistra del dealer deve puntare il piccolo buio e quello alla sua sinistra (quindi il secondo giocatore a sinistra del dealer) deve puntare il grande buio. I bui sono conteggiati all’interno del primo turno di puntata e sono considerati “live”, quindi il giocatore può rilanciarli se nessun altro l’ha fatto prima.

Nota: In un match testa a testa, il giocatore con il dealer versa il piccolo buio mentre l’altro giocatore versa il grande buio. Il giocatore con il dealer è il primo a giocare prima del flop, mentre nei turni successivi agirà per secondo.


Regole dell’Omaha Hi Lo – Turni di puntata

Ci sono quattro turni di puntata. Nell’Omaha Hi con limite di puntata, nei primi due turni tutte le puntate o rilanci devono essere pari al limite inferiore, mentre negli ultimi due turni tutte le puntate o rilanci devono essere pari al limite maggiore. Ad esempio se giochiamo ad un 3-6 Omaha Hi Lo, nei primi due turni le puntate e rilanci vedranno incrementi di 3 dollari, mentre negli ultimi due turni gli incrementi saranno di 6 dollari. E’ consentito un massimo di 3 rilanci per turno.

Nota: in alcuni match testa a testa, alcune sale da gioco consentono di alzare il limite di 3 rialzi per turno. Solitamente viene stabilito un limite di 5 rialzi, ma a volte non viene impostato nessun limite.

Vediamo allora i turni dell’Omaha Hi Lo

1) Preflop – Il giocatore a sinistra del dealer versa il piccolo buio, mentre il secondo giocatore a sinistra del dealer versa il grande buio. A questo punto il mazziere da quattro carte coperte ad ogni giocatore, iniziando da quello che ha versato il piccolo buio. Il primo giocatore ad agire è il terzo a sinistra del dealer, che può decidere di passare, chiamare (versando il limite inferiore di puntata) oppure rilanciare (puntando il doppio del limite minore di puntata). L’azione procede in senso orario. Se nessuno ha rilanciato, quando è il turno del giocatore al piccolo buio questi più chiamare puntando metà del limite inferiore di puntata, dato che l’altra metà l’ha già puntata versando il suo buio. Analogamente il giocatore al grande buio può limitarsi ad un check dato che ha già eseguito la puntata necessaria a giocare (sempre nel caso in cui nessun altro abbia rilanciato).

2) Flop – Tre carte scoperte sono posizionate al centro del tavolo. In questo turno, come nei successivi, il primo giocatore ad agire è quello alla sinistra del button (quindi colui che al primo turno aveva versato il piccolo buio). Tutte le puntate e i rilanci devono essere pari al limite inferiore di puntata.

3) Turn – Una quarta carta scoperta viene messa sul tavolo. Il gioco procede come nel turno precedente, ma ora puntate e rilanci dovranno essere pari al limite maggiore di puntata.

4) River – Una quinta ed ultima carta scoperta viene messa sul tavolo. Anche in questo caso si procede in senso orario e puntate e rilanci devono corrispondere al limite maggiore di puntata.

Showdown – A questo punto del gioco, chiunque non abbia ancora passato ha la possibilità di mostrare le sue carte per stabilire chi si aggiudicherà il piatto. La persona che ha puntato per ultima nel turno precedente sarà la prima a mostrare le sue carte, quindi si procederà in senso orario. Spesso un giocatore che sa già di aver perso la mano decide di chiudere senza mostrare le carte (muck) per non mostrare agli avversari il tipo di gioco che aveva fatto.

Nota: la maggior parte delle sale da gioco online permette di eseguire automaticamente il “muck” delle mani perdenti, così che gli altri giocatori non possano vedere cosa avevamo giocato. E’ consigliato usare questa opzione, quando presente.


Regole dell’Omaha Hi Lo – Regole opzionali

Chop


In un gioco dove sia consentito il “chop”, se nessuno partecipa alla mano (quindi nessuno chiama) i due giocatori che hanno postato i bui possono chiederli indietro e passare alla prossima mano. Entrambi i giocatori devono essere d’accordo.

Straddle

In una partita dove sia consentito lo “straddling”, il primo giocatore a sinistra del grande buio può decidere di rilanciare prima di vedere le carte. Spesso questa è considerata una “live bet”, ovvero ogni altro giocatore potrà decidere di rilanciare ulteriormente.

Kill Pot

In una partita dove sia consentito il “kill pot”, un giocatore può decidere di fare una puntata “overblind” (oltre i bui), corrispondente al doppio del grande buio, che di fatto raddoppia i limiti di puntata. In alcune partite, il giocatore può eseguire puntate anche per cifre più alte, ma solitamente non più di metà delle proprie chips. Solitamente chi esegue un “kill pot” lo fa al primo turno di puntate, mentre agisce normalmente nei turni successivi.


Regole dell’Omaha Hi Lo – Varianti

Kill and Half Kill


In un “kill game” di Omaha Hi, se un giocatore incontra una particolare condizione (ad esempio nell’Omaha Hi Lo , se qualcuno vince il piatto sia con la mano più piccola che con quella più grande, ovvero lo “scooping pot”), i limiti di puntata vengono raddoppiati per il turno successivo. In un half kill, i limiti sono aumentati del 50%. Il giocatore che ha incontrato la condizione stabilita dovrà puntare un buio pari al nuovo limite minore di puntata, oltre ai normali bui previsti dal gioco. Se il giocatore che dovrebbe versare questo nuovo buio fosse lo stesso che deve giocare il piccolo o il grande buio, il buio “aggiuntivo” andrebbe a sostituirlo e non a sommarsi ad esso. In alcuni casi il “killer” agisce per ultimo dopo i bui, in altri agisce secondo il normale ordine, dipende da come si sono accordati i giocatori.

Spread Limit

Le regole dello Spread Limit Omaha Hi sono le stesse dell’Omaha Hi con limite di giocata, con l’eccezione che è possibile eseguire delle puntate “intermedie” tra il limite minore e quello maggiore. Ad esempio, in un 10-30 Spread Limit Omaha Hi, un giocatore può fare una puntata che vada dai 10 ai 30 dollari, compresi quindi i valori intermedi. Inoltre, tutte le puntate o rilanci devono essere maggiori o uguali alla precedente puntata/rialzo, eccezion fatta se il giocatore sia all-in. Se un giocatore rilancia all-in e la sua puntata non è pari o maggiore a quella precedente, il primo giocatore ad aver rilanciato non potrà effettuare un nuovo rilancio. Un esempio: il giocatore A punta 30 dollari, il giocatore B chiama, il giocatore C rilancia andando all-in, ma per un totale di meno di 60 dollari: in questo caso il giocatore A non potrà contro-rilanciare.

Pot Limit

Le regole del Pot Limit Omaha Hi sono le stesse dell’Omaha Hi con limite di giocata, con la differenza che la puntata massima è stabilita dal valore del piatto. Un giocatore potrà quindi puntare o rilanciare quanto vuole, purchè la cifra sia non maggiore del contenuto attuale del piatto.

No Limit

Le regole del No Limit Omaha Hi sono le stesse dell’Omaha Hi con limite di puntata, in questo caso però i limiti di puntata non sono presenti, per cui ogni giocatore può puntare o rilanciare quanto vuole, compreso l’intero ammontare di chips in sui possesso. Ci sono comunque le puntate minime: se giochiamo un 10-20 No Limit Omaha Hi ad esempio, dovremo puntare almeno 10$ nei primi due turni di puntata e almeno 20$ negli ultimi due turni. Inoltre, tutte le puntate e i rilanci devono essere maggiori o uguali al precedente rilancio o puntata, con l’eccezione di un giocatore All-In. Se un giocatore rilancia All-In e tale rialzo non è uguale o maggiore al precedente, il primo giocatore che ha rilanciato non potrà contro-rilanciare. Ad esempio, se il giocatore A punta 30 dollari, il giocatore B chiama e il giocatore C rilancia all-in per un totale minore di 60 dollari, il giocatore A non potrà rilanciare nuovamente.
In alcuni casi, quando si gioca al no limit, il numero di rilanci per turno è illimitato, dipende dalla casa da gioco o dagli accordi tra i giocatori.

BONUS:
100$
LINGUE:
Italiano
Everest Poker è una piccola poker room che ha un grande vantaggio rispetto ai siti più grandi. Il software è disponibile in numerose diverse lingue, come per esempio l’inglese, il tedesco, il giapponese, lo spagnolo, l’olandese, l’italiano, il portoghese, etc…
 
Dritta del mese:
Copyright © 2010 PokerFiches.com - disclaimer - Contatti